Disidratazione

Fin dagli anni ’60, Von Felten SpA produce verdure ed ortaggi disidratati, secondo il metodo Air Dry, cioè facendo incontrare aria calda ed asciutta alle verdure lavate e tagliate. Questo processo apparentemente semplice, prevede invece un grande background tecnologico ed agricolo, per poter mantenere il più possibile inalterate le caratteristiche delle verdure fresche.
Per prima cosa è necessario avere canali di fornitura delle materie prime che siano assolutamente affidabili, nel rispetto dei tempi e dei volumi di prodotto, ma anche nella standardizzazione della qualità. Poi è necessario essere padroni della tecnologia dell’essiccazione, per evitare di danneggiare il prodotto fresco.

La scelta di Von Felten SpA è caduta su un layout di fabbrica che possa unire la grande capacità produttiva necessaria per produzioni di massa, come il pomodoro, alla flessibilità operativa che consenta di lavorare anche prodotti di nicchia, in volumi ridotti, senza per questo perdere di efficienza.
Il metodo Spray Dry si basa su di una tecnologia per la quale una nube di pomodoro, ottenuta atomizzando il concentrato, viene a contatto, all’interno di una torre di acciaio, con un flusso di aria secca e calda.
Il problema posto dalla domanda di flessibilità insieme alla grande capacità è stato risolto con un sistema di produzione composto da due linee di essiccatoi a nastro in acciaio inox Sandvik, affiancate da un essiccatoio a stadi Gimar, utilizzabile sia come essiccatoio a sé stante, per piccole produzioni, sia come finitore, per aumentare la produttività delle linee a nastro.

Il layout della fabbrica è in sé piuttosto semplice e lineare: da un lato entrano le verdure fresche, subiscono una prima fase di lavorazione, che può variare a seconda del tipo di prodotto. Successivamente a questa fase, che può essere di lavaggio, cernita, taglio, scottatura, ecc... il prodotto viene trasferito sui nastri, che lo trasportano all’interno delle cappe di essiccazione, dove viene investito da una corrente d’aria calda e secca, che elimina l’acqua contenuta nel prodotto fresco.
Attraverso vari stadi, a temperature controllate e variabili in funzione del tipo di prodotto, il vegetale esce alla fine della linea (lunga circa 90 metri) con un contenuto d’acqua inferiore al 15%, successivamente il finitore provvede a ridurre ulteriormente il valore dell’umidità ed a renderla omogenea nella massa del prodotto.

Da qui le confezioni chiuse vengono trasferite ai magazzini di stoccaggio. Verdure essiccate con metodi Air Dry vengono prodotte comunemente in tutto il mondo, ma il prodotto italiano ed in particolare quello di Von Felten SpA è rinomato per le sue caratteristiche di costanza della qualità, unita a caratteristiche organolettiche eccellenti e a risultati microbiologici eccezionali.
La completa tracciabilità, dal campo al prodotto finito, è un’altra garanzia dell’eccellenza del prodotto Von Felten SpA.